MEDIA

2015-03-26 ‖ web

Turinisturin.com - Com'è divertente rimanere Intrappola.to

Sei persone chiuse in una stanza, dalla quale devono uscire entro un’ora risolvendo una ventina di enigmi logici e matematici. Chi ci riesce, trova la chiave e apre trionfalmente la porta. Ma attenzione: finora soltanto una squadra su quattrocentocinquanta ha saputo farlo. “Intrappola.to” è il gioco di ruolo che ha conquistato Torino e che a breve dilagherà a Milano, Roma, Genova: merito del fotografo Stefano Gnech e del giornalista Daniele Massano, da sempre appassionati del genere, finora diffuso quasi soltanto online. A gennaio, hanno deciso di proporre a San Salvario una versione “reale”. Il successo è stato immediato: stanze raddoppiate (così è possibile sfidarsi tra due squadre), aperture a Milano e presto a Roma. Come funziona? Ci si iscrive online (le squadre possono essere formate da due a sei persone, la stanza costa 60 euro), si ricevono l’indirizzo e un codice, grazie al quale si entra all’ora fissata nella escape room, dove la luce sapientemente fioca accresce l’alone di mistero. A quel punto, si inizia a risolvere – a tentare di risolvere… – i giochi ideati da Gnech e Massano, il tutto sotto il controllo di una videocamera per ovvie ragioni di sicurezza e, soprattutto, per consentire allo staff di aiutare i meno intuitivi. Chi trova la chiave esce e riceve, con la foto d’ordinanza, i complimenti, altrimenti dopo si viene “liberati” e si scopre la percentuale di risoluzione a cui si è arrivati. Il divertimento è assicurato, la capacità di aprire quella porta un p