MEDIA

2016-01-28 ‖ press

La Stampa - Intrappola.to: dalla stanza-trappola si fugge grazie agli enigmi

Rinchiusi in una cella semi-buia di 20 mq piena di enigmi con soli 60 minuti di tempo per risolverli e fuggire. Si chiama Intrappola.TO «ed è a metà tra tradizionale caccia al tesoro, un gioco di ruolo dal vivo ed una scena del film Saw-L’enigmista (senza sangue però)» spiega Marco Forno, titolare dell’agenzia «K di Malinki», con sede in via Felice Cavallotti, e gestore, in esclusiva, della sede cuneese di Intrappola.To «A due mesi dall’apertura hanno partecipato già oltre 200 squadre. Molti iscritti tornano una seconda volta per completare il difficile percorso del gioco» ancora Forno che sull’onda del successo ottenuto, pensa già di aprire una seconda stanza. Come partecipare «Nel sito ci sono le indicazioni per l’iscrizione on line aperta a tutti, dai 6 ai 99 anni - continua Forno -. I giocatori sono soli sin dal loro arrivo. La porta di ingresso è anonima, non c’è reception né accoglienza, solo un codice di ingresso inviato via mail dopo l’iscrizione. I partecipanti devono essere minimo due. Abbiamo spesso gruppi di amici, famiglie, nipoti con i nonni. Non c’è nozionismo, tutti hanno le stesse possibilità di farcela. Occorre saper osservare, cogliere i dettagli. Possedere logica e intuizione». Sfida contro se stessi Il costo è di 60 euro a gruppo. Non c’è un premio. È una sfida contro se stessi. Per tutti i 60 minuti i partecipanti sono monitorati da un addetto esterno. Interagisce con i giocatori, dà aiuti attraverso immagini, testi, luci. Se dopo 60 minuti non si

CONTACT US