MEDIA

2015-10-20 ‖ web

Italians.corriere.it - Il gioco e le scoperte dell’“escape room” in famiglia

Cari Italians, abbiamo provato il gioco dell’“escape room” in famiglia. Entri in una stanza ed hai 1 ora di tempo per riuscire a uscire, utilizzando gli oggetti trovati nella stanza, risolvendo enigmi, affrontando prove di logica e prove pratiche. Eravamo due adulti, una ragazzina di 14 anni e due bambini di 7 e 9 anni. Essendo un gioco per adulti a cui possono partecipare anche in bambini, pensavo che i piccoli più che altro avrebbero rallentato le cose. Mi sbagliavo di grosso. Pazzesco come il gioco faccia subito emergere la diversa forma mentis dei partecipanti: mio marito era il regista con visione d’insieme e velocità nell’affrontare i problemi man mano che si presentavano. Io all’inizio ero in agitazione, non capivo da dove si dovesse partire e dove di dovesse arrivare, ho dovuto sforzarmi non poco per concentrarmi sulla singola prova. La figlia di 14 anni, un cecchino: calma, concentrata e pratica. Me la sono vista così anche sui banchi di scuola, capace di mettere a frutto anche la minima nozione. I due maschi ci lasciavano senza parole con intuizioni semplici e risolutive quando le nostre ipotesi risultavano macchinose e dispersive. Sarebbe quasi da vendere l’anima al diavolo per conservare un po’ di questa freschezza mentale. Non siamo riusciti ad uscire in tempo ma ci siamo piaciuti. Provatelo, vi divertirete e scoprire qualcosa in più di voi stessi e dei vostri compagni di squadra.

CONTACT US